Snaidero: ok del Tribunale di Udine, passa a Dea Capital

Via libera dal Tribunale di Udine alla procedura di ristrutturazione del debito Snaidero, marchio italiano di cucine, che ora passerà a Dea Capital, società quotata in Borsa del gruppo De Agostini. Riuniti in camera di consiglio, i giudici Francesco Venier (presidente), Andrea Zuliani e Marco Caienna hanno decretato l'omologa dell'accordo di ristrutturazione stipulato lo scorso aprile tra la storica impresa di Majano (Udine) e i creditori - rappresentanti il 67% del debito complessivo (67,7 milioni di euro in totale al 31 dicembre) - accogliendo così il ricorso presentato dai legali della società, gli avvocati Luca Ponti e Francesca Spadetto. Lo riporta la stampa locale. Ora la società può procedere con il risanamento del debito e rilanciare la sua attività fin da subito: i giudici hanno decretato l'omologa con "immediata irreversibilità". Di respiro quinquennale (2018-2022), il piano prevede l'ingresso in Snaidero del fondo IDeA CCR II, gestito da DEA Capital alternative Foundation Sgr.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Il Piccolo
  2. Il Piccolo
  3. Udine20.it
  4. Il Piccolo
  5. IlFriuli.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Medea

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...